Tag: comunicazione

25
Set

CYANAGEN

Cyanagen Srl è una società di Bologna che opera nel campo delle biotecnologie, leader nel campo dei reagenti ECL per Western blotting ed ELISA.
Vuole farsi conoscere per ciò che offre ai propri clienti: un ampio catalogo di prodotti, un diretto e continuo supporto problem solving, programmi di ricerca e sviluppo personalizzati nei campi della diagnostica e della bioanalitica, sintesi chimiche sulla base delle specifiche del cliente, collaborazioni nazionali ed internationali per bandi di ricerca Italiani ed Europei.
Porre molta attenzione al Brand, tramite una comunicazione integrata, però, non serve solo a circoscrivere i propri interessi, valori e capacità competitiva all’interno del proprio target market, ma, soprattutto, per essere visti, in realtà, come l’unico fornitore di una soluzione ad un problema o a un bisogno.

25
Set

Walk’n Ride: la filosofia del tour

Negli ultimi anni Bologna è scenario di una crescita esponenziale di visitatori, da città di passaggio a vera e propria meta turistica.
In questo panorama nasce nel 2014 BikeInBo, che successivamente prende il nome di Walk’n Ride, con il desiderio di poter dare ai visitatori di Bologna un modo facile per visitare la splendida città tramite lo Slow Biking il cicloturismo, basato sul lento pedalare, adatto a godersi pienamente città e dintorni in tutti i loro aspetti caratteristici.
Con Walk’n Ride si può noleggiare la bici scegliendo la più adatta da un’ampia offerta e creare un Self -Tour , o partecipare ad uno dei Bike Tour guidati, in lingua italiana, inglese, spagnola, francese o russa, organizzati con l’obiettivo di proporre ogni giorno il miglior servizio e di mostrare il meglio di Bologna, ma anche di alcune città vicine, quali Ferrara, Modena e Ravenna.

11
Set

Obiettivo Casa


Obiettivo Casa di Conselice, un pool di professionisti e artigiani nato sei anni fa dalla collaborazione di tante realtà già radicate nel territorio, per offrire a chi deve costruire o ristrutturare un’abitazione un “pacchetto completo”: dalla progettazione fino alla personalizzazione e alla cura di tutti i particolari. Dalla muratura all’intonaco, passando per gli infissi e gli impianti, con vantaggi per il cliente in termini economici, di tempistiche e – indubbiamente –  anche di scampato stress!

#UNCANTIEREINFIERA

Nei mesi di luglio, agosto e nei primi giorni di settembre sono stati sviluppati il sito internet e tutta la comunicazione integrata collegata all’evento fieristico: pagina social, volantini pubblicitari, cartonati di intrattenimento per farsi i selfie. E’ stata inoltre lanciata una campagna multimediale riconducibile all’ #uncantiereinfiera, incentrata sugli “Umarells”, personaggi che richiamano ironicamente gli anziani davanti ai cantieri.

Nonostante il poco tempo a disposizione, sono state affrontate le chiavi concettuali indispensabili per raggiungere l’obiettivo e coinvolgere direttamente il cliente.

17
Dic

Un caffè con me: 20 minuti di COMUNICAZIONE, offro io.

Se vi capita di porvi domande come queste, senza riuscire a trovare una risposta soddisfacente?

“Ho forse speso troppo? Quanti ne dovrei stampare? Meglio un sito o i social? Perché la pubblicità che faccio non funziona? Come scegliere un fornitore? Sono utili i video? Se faccio un E-commerce, regge? Qual è la cifra onesta per un sito? E per WordPress? Quanto investire nella SEO? A me serve? Perché la comunicazione integrata? Come condividere contenuti? Quali immagini per il mio business? Quanto dovrebbe costare? E molto altro…”

Lasciatevi offrire un caffè.

Perché “le idee vincenti sono solo quelle che vincono”.

Da gennaio 2017 ogni lunedì e martedì, alle ore 14.30 dedicherò 20 minuti ad interessanti scambi di opinioni sul tema COMUNICAZIONE.
Strumenti, strategie, creatività, tendenze, stereotipi, numeri e possibilità.
PRENOTATE IL VOSTRO CAFFE’, offro io.

25
Set

Marketing o marchette?

Seguo da un paio di anni l’espansione mediatica dei costruttori “BIO”. Con particolare attenzione verso chi propone le “innovative” case in legno. Innovative virgolettato perchè in diversi paesi, Stati Uniti in testa, la casa in legno è una consuetudine secolare.
E’ proprio pensando al paragone con l’America che trovo inadeguato rispetto alle esigenze italiane l’indirizzo preso dal mercato e quindi, paradossalmente, molto funzionale la scelta mediatica per sdoganarlo al consumatore.
L’Italia è una striscia, disseminata di asperità e zone inadatte alla costruzione abitativa. Piena di ruderi che sarebbero da recuperare, o in alternativa da estinguere e bonificare, per restituire terreno alle campagne.
E cosa fa il costruttore di abitazioni ecologiche? Propone soluzioni unifamiliari con piscina. Ovvero il massimo dello spreco territoriale. Pochissime soluzioni abitative “verticali”, nemmeno una paginetta striminzita dedicata al recupero del vecchio, all’integrazione fra vecchio e nuovo, che sia legno, che sia a risparmio energetico, che sia eco sostenibile (cito le terminologie…anche se personalmente mantengo alcune riserve in merito).
Non fa altro che riciclare il modello pubblicitario americano anni ’50, con tanto di nomi femminili alle tipologie costruttive ed immagini patinate della famigliola felice che prende possesso della casa in periferia.

Per questo riceve critiche? Riceve forse recensioni negative? Qualcuno che cavalchi i palesi limiti del metodo per rilanciare e proporre alternative più adeguate al mercato italiano?
Niente di tutto questo.
Al contrario nascono mensilmente cloni di cloni. Siti internet fatti con lo stampino, di aziende che vi propongono una casa in legno con piscina, marchi diversi tutti pubblicizzati con lo stesso identico sistema.

Troppe persone, da troppo tempo, fanno confusione fra marketing e comunicazione.
Una cosa è guidare l’automobile, tutt’altra cosa è attaccare gli adesivi alla portiera. In Italia a molti piloti piace attaccare gli adesivi, mentre altrettanti imbratta vetture si spacciano per abili piloti.